Demenza surreale

La svolta – Migranti, la Ocean Viking andrà a Lampedusa.
«I migranti saranno accolti in molti Paesi europei — commenta il ministro della Cultura e capo delegazione del Pd nel governo, Dario Franceschini —, è la fine della propaganda di Salvini sulla pelle di disperati in mare. Tornano la politica e le buone relazioni internazionali per affrontare e risolvere il problema delle migrazioni».

Letture raccomandate:
Confusione creata ad arte sulla immigrazione
Tutto quello che sapete è sbagliato, tutto quello che vedete è falso.

Facili obiezioni.

La prima cosa che una persona ragionevole dovrebbe obbiettare al signor Franceschini, che è uno di quelli che mi fa senso come i ragni a solo vederlo, e la cui voce mi fa l’effetto delle unghie sulla lavagna, è che mi spieghi in concreto come lui o il PD hanno intenzione di affrontare e risolvere il “problema delle migrazioni”. Con le “buone relazioni internazionali”? Ah ecco, allora oltre spiegare come vuole risolvere il “problema delle migrazioni” mi deve spiegare anche cosa intende per “buone relazioni internazionali”.

La seconda cosa che bisognerebbe obbiettare è che per decenni ormai il signor Franceschini e il PD ci raccontano che le “migrazioni” non sono un “problema” ma una “opportunità”. Economica, perché non possiamo vivere senza immigrati, ci servono come il pane e culturale, perché gli immigrati, oltre a mantenerci col sudore della fronte, ci devono anche insegnare a stare al mondo, che loro portano valori positivi mentre noi siamo corrotti. Un po’ come la faccenda per cui arrivano “sani” e si ammalano quando mettono piede in questa fogna di Paese, a dispetto delle statistiche sulle malattie endemiche nei loro luoghi di origine che sono facilmente reperibili su Internet.

La terza cosa, che a pensarci fa veramente ridere, è che bisognerebbe chiedere al signor Franceschini come si materializzano i “disperati in mare”. Quale catena di cause ed effetti li genera. Gli darei un indizio, al signor Franceschini: i “disperati” non si trovano su delle zattere auto-costruite alla Robinson Crusoe e nemmeno sono marinai di una nave che è affondata. Si trovano invece su natanti che gli vengono forniti da una organizzazione che questi “disperati” pagano profumatamente. Tali natanti però non sono scelti per lo scopo di fare la traversata dalle coste dell’Africa a quelle europee. Sono scelti per allontanarsi quel tanto che basta per incontrare le navi che incrociano coordinate prestabilite, navi che procedono all’incontro e al trasbordo previo accordo tramite comunicazione telefonica. Comunicazione telefonica diretta tra gli armatori e i comandanti delle navi e l’organizzazione dei contrabbandieri oppure tramite certi numeri di emergenza predisposti alla bisogna.

Nota a margine: naturalmente il trucco consueto dei contrabbandieri è quello di imbarcare la merce su una nave “insospettabile” che si avvicina alla costa e poi mette in mare delle barchette o dei gommoni per il trasbordo. Questi, che sono la maggioranza e presumibilmente quelli che pagano la tariffa massima, non li vediamo ai telegiornali perché non fa gioco rispetto alla propaganda dei “disperati in mare”.

Ora, il fatto che il signor Franceschini faccia questi proclami dimostra che ci sono milioni di Italiani che non sono persone ragionevoli, dato che non gli vengono automatiche le facili obiezioni che ho appena scritto. L’unico quesito di tutta la faccenda è se il “sinistrismo” sotteso al “cattocomunismo” e più in generale alla “ideologia liberal” con cui le Elite Apolidi stanno smantellando tutto, si appoggi ad una malattia mentale, una disabilità congenita oppure sia un comportamento condizionato, indotto dalla diseducazione ricevuta a scuola, dai “media”, in famiglia, ovunque.

Che incarico ha il signor Franceschini? Ministro della Cultura? Ecco. Come nei racconti di fantascienza dei più dozzinali.

2 thoughts on “Demenza surreale”

  1. Fa tutto cadere le braccia. Quando cade ogni nesso logico, la pazzia eletta a virtù, la devianza norma, quando ogni vicino agisce metodicamente contro il proprio interesse personale, ma sopratutto contro di te, si deve rendere necessaria un via d’uscita. Sconfiggere la malattia mentale con la razionalità ha un senso? Come sopravvivere come unico essere cosciente in sovraffollato manicomio?

    1. Questo blog esiste con due scopi.

      Il primo è quello di mettere per iscritto i miei ragionamenti e con questo dargli una “forma geometrica” e poi metterli sullo scaffale dei ragionamenti. Per fare l’esatto contrario di un altro ritornello/stereotipo della propaganda, quello della “pancia”, della “paura”, eccetera. La follia altrui non la possiamo “curare” ma possiamo evitare di esserne contagiati.

      Il secondo scopo è quello di trasmettere con la mia radiolina per vedere se sono rimasto vivo solo io o ci sono altri sopravvissuti la fuori. E’ importante sapere che ce ne sono altri e ancora più importante sarebbe metterli insieme, questi altri. In questo blog, come vedi, puoi leggere rimanendo anonimo, puoi commentare rimanendo anonimo e potresti anche essere “contributore”, cioè scrivere i tuoi articoli rimanendo anonimo. E’ una soluzione semplice e imperfetta, perché dipende da un servizio gratuito. Si potrebbe migliorare prendendo uno spazio in hosting a pagamento e installandoci sopra WordPress. Cioè fare l’esatto contrario di quelli che vanno a cercare la gente sui “social”.

      La situazione che viviamo è una via di mezzo tra il franchise “Terminator”, con gli automi alla Franceschini che escono dalle fabbriche delle Elite Apolidi e brulicano tra le rovine di un olocausto nucleare per eliminare i superstiti e il film “Io Sono Leggenda”, dove l’unico essere umano rimasto di giorno si aggira in un mondo deserto e di notte si deve nascondere dalle orde dei “vampiri”, quello che rimane dell’Umanità dopo una epidemia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.