Non c’è nessuna invasione, parte seconda

I giornali continuano a titolare “un uomo” e poi a suonare la musichetta del povero malato di mente, emarginato e bisognoso di tanto amore. Intanto:

Milano, 20enne violentata per strada: arrestato l’aggressore. È il secondo caso in 24 ore.

… i carabinieri hanno afferrato e ammanettato un uomo, 50 anni, peruviano, pesantemente ubriaco, con qualche precedente alle spalle.

… i militari hanno rintracciato l’uomo che corrispondeva perfettamente alle descrizioni date dalla ragazza. Si tratta di Mamadou T., 32enne, originario della Costa d’Avorio, residenza ufficiale nel dormitorio di via San Giovanni alla Paglia, nella zona di Porta Venezia, in possesso di un permesso di soggiorno rilasciato per motivi umanitari ad agosto dello scorso anno.

Due settimane fa, sempre da queste parti, un nigeriano, appena uscito di prigione dopo aver — due giorni prima soltanto — cercato di uccidere un clochard davanti alla stazione Centrale, aveva braccato la ex e l’aveva ferita al collo con una bottiglia rotta. Le sue intenzioni erano quelle di assassinarla.

Mentre stiamo marciando con la banda in testa verso il glorioso “meticciato”, mi fanno sapere dalla regia degli “economisti” che quello che ci serve è il “Capitalismo Partecipativo”.

Barca: ‘Serve un capitalismo partecipativo per fare cose concrete. Come assumere 550mila giovani nella pubblica amministrazione’

… costruire una società diversa, magari più simile a quella suggerita negli slogan che hanno riempito le città, e le speranze, durante gli scioperi per il clima.

L’economista, già ministro della coesione territoriale ai tempi di Mario Monti e presidente del Comitato per le politiche territoriali dell’Ocse, da cofondatore del Forum Disuguaglianze e Diversità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.